Moving Forward ha eletto cinque consiglieri

La commissione elettorale circoscrizionale ha ufficializzato i risultati delle elezioni del Comites di Londra.

Li riportiamo di seguito:
Moving Forward: 875 voti (27,6%) e 5 rappresentanti eletti, in ordine di preferenza:
1. Martina Cherubini di Simplicio (456)
2. Michele Andrea Pisauro (359)
3. Tipu Golam Maula (325)
4. Laura de Bonfils (320)
5. Clara Caleo (278)

ItalUk: 887 voti (27,9%) e 5 rappresentanti eletti, in ordine di preferenza:
1. Luigi Reale (475)
2. Fiorentino Manocchio (434)
3. Vittorio Plava (335)
4. Maria Picciano (299)
5. Maria Iacuzio (256)

Siamo Italiani: 242 voti (7,6%) e 1 rappresentante eletto:
1. Ezio Luigi Fabiani (122)
Mani Unite : 1171 voti (36,9%) e 7 rappresentanti eletti, in ordine di preferenza:
1. Nicola Del Basso (550 voti)
2. Pietro Molle (517)
3. Luigi Billè (460)
4. Alessandro Gaglione (429)
5. Giandomenico Ziliotto (406)
6. Vincenzino Auletta (270)
7. Liborio Genuardi (225)

A Martina, Andrea, Tipu, Laura e Clara facciamo le noste più vive congratulazioni e i migliori auguri di buon lavoro. Siamo certi che sapranno rappresentarci al meglio!

Grazie davvero a tutti voi che ci avete sostenuto con il voto, il passaparola, la logistica o anche semplicemente ricambiando con un sorriso un nostro intrusivo volantino. Da Lunedì si comincia a lavorare anche per voi!

Interviste ai candidati

Abbiamo chiesto ai nostri candidati di parlarci del perché si sono candidati per i Comites ecco cosa ci hanno detto.

Nei prossimi giorni pubblicheremo tutte le interviste: Stay tuned!

Martina Di Simplicio

Tipu Golam Maula

Clara Caleo Green

Marco Beranzoni

Luigi Jacopo Borrello

Federica Benassi

Tecla Castella

Simone Douani

Chiara Ceolin

Giampiero Giacomel

Laura de Bonfils

Andrea Pisauro

Ilenia Pampaloni

Dimitri Scarlato

Massimo Ungaro

 

Formiche intervista il nostro presentatore Andrea Pisauro

L’intervista di Federico Quadrelli al nostro presentatore per www.formiche.net

formiche

Ad Aprile 2015 gli italiani nel mondo potranno rinnovare i propri rappresentanti nei Com.It.Es, ma in pochi sanno di cosa si parla. Sono enti che dovrebbero rappresentare i cittadini italiani nei contesti stranieri in cui si trovano. Sono elettivi e quindi, per quanto non conosciuti dalle nuove generazioni di migranti, sono organi rappresentativi delle istanze delle comunità italiane. Ma è davvero così?

Ho deciso così di rivolgere alcune domande ad uno che nei Com.It.Es ha deciso di impegnarsi a fondo. Per capirne le ragioni. L’intervistato è Andrea Pisauro presentatore della lista Moving Forward – Democrazia Bene Comune per il Comites di Londra.

Continua a leggere su Formiche

Moving Forward riammessa alle elezioni dal Tar!!!

La lista Moving Forward – Democrazia Bene Comune per il Comites di Londra e’ stata riammessa alle elezioni per il Comites di Londra in seguito a un’ordinanza della terza sezione del TAR del Lazio.

La lista era stata esclusa da un provvedimento del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale “di data e motivazione non note”, della cui esistenza Moving Forward era stata informata via mail lo scorso 23 Dicembre. Il provvedimento di esclusione faceva seguito a un “ricorso” rivolto in data 31.10.2014 al Ministero e su richiesta dello stesso, dal Console generale d’Italia a Londra avverso le decisioni del comitato elettorale circoscrizionale (CEC) che aveva invece ammesso la lista Moving Forward. Nodo del “ricorso” la firma di una concittadina che aveva sottoscritto la lista per la quale la data di iscrizione all’AIRE non coincideva con l’inizio della sua residenza londinese.

Immediatamente la lista, tramite il suo presentatore Andrea Pisauro, si attivava per presentare ricorso al TAR del Lazio e ottenere l’annullamento del provvedimento di esclusione. Il tribunale amministrativo ha oggi deciso di accogliere l’istanza, “disponendo la sospensione degli atti impugnati e la conseguente ammissione con riserva della lista Moving Forward alla competizione elettorale”.

“Termina cosi un lungo periodo di violazione della par condicio tra le liste concorrenti”, afferma Roberto Stasi, il rappresentante della lista nella CEC. “Siamo entusiasti di poter essere in gara per dare voce alle tante, diverse, emigrazioni italiane nel Regno Unito, a partire da quella piu’ giovane e fragile.”

 

Pronto il ricorso al TAR contro l’esclusione di Moving Forward

La lista Moving Forward si appellerà  al TAR del Lazio contro il provvedimento che improvvisamente la esclude dalla competizione elettorale per il rinnovo dei comites.

La raccolta delle firme per presentare le candidature ai  Comites (organi di rappresentanza degli italiani all’estero presso le sedi consolari)  era avvenuta in ottobre in tempi strettissimi e del resto contestati al punto che le elezioni sono poi state spostate da dicembre al prossimo aprile.

Nonostante il parere positivo della Commissione Elettorale competente per il Comites di Londra, la Console Sarah Castellani aveva presentato ricorso contro l’ammissibilità della lista, contestando due firme delle 201 raccolte. Questo ricorso è stato accolto dal Ministero degli Affari Esteri, che ha pertanto escluso la lista Moving Forward dalla competizione elettorale. Ad oggi, però gli organi competenti non hanno ancora notificato ufficialmente l’accoglimento del ricorso, nè le motivazioni.

“Ci viene contestata una firma posta da una cittadina iscritta all’AIRE e residente a Londra da diversi mesi, in base a un’interpretazione formalistica della norma  che non difende ma anzi viola il diritto dei cittadini alla partecipazione democratica. Riteniamo assolutamente ingiusta la nostra esclusione e siamo pronti a fare tutto il necessario per difendere un diritto democratico non riconosciuto dagli uffici elettorali.” afferma la capolista Martina di Simplicio  “Per questo stiamo preparando il ricorso al TAR che chiederà innanzitutto la sospensione del provvedimento e ci permetterà di partecipare alle elezioni. Per farlo, ci occorre l’atto di esclusione, che nonostante nostre ripetute richieste, non ci è ancora stato concesso di visionare. Chiediamo con forza al Ministero degli Affari Esteri di fornircelo urgentemente”.

“Contro un’esclusione ingiusta siamo pronti a dare battaglia, certi che le nostre ragioni verranno riconosciute in tutte le sedi competenti perché escludere dalla competizione elettorale la lista Moving Forward, sarebbe una gravissima violazione democratica, tanto più che l’ammissibilità della lista era stata approvata anche in sede di Commissione Elettorale. La decisione appare ancora più paradossale nel momento in cui le elezioni sono rimandate per garantire una maggiore partecipazione degli italiani all’estero.”.

COMITES? Avanti tutta!

La democrazia é un bene comune.  È anzi il primo di questi beni, quello che permette di tutelare tutti gli altri, l’idea stessa che ci sia la possibilità di costruire un punto di vista comune sulle cose, che possa decidere cosa è un bene e cosa no.
A Londra vive la più grande comunità italiana fuori dal suolo patrio. Centinaia di migliaia di cittadini, emigrati vecchi e nuovi che costituiscono la seconda più grande comunità europea a Londra. Comunità sociale, fatta di reti culturali ed economiche forti. Ma non comunità politica, che discute di sè e per sè, che svolge un ruolo politicamente proattivo nel paese in cui vive.

Continue reading “COMITES? Avanti tutta!” »