I nostri candidati

Ecco la lista dei nostri magnifici 22 candidati consiglieri per il Comites di Londra alle elezioni per il rinnovo che si terranno il 3 Dicembre 2022.

Di seguito, i video e i profili di ciascun candidato. Si possono esprimere fino a 6 preferenze e speriamo davvero abbiate l’imbarazzo della scelta!

Elena Remigi, originaria di Milano, dopo aver vissuto alcuni anni in Canada e in Irlanda, nel 2005 si trasferisce nel Regno Unito, dove acquisisce la doppia cittadinanza. Dopo la laurea, lavora come interprete, traduttrice e docente di lingue. Nel 2017 fonda il progetto non-profit “In Limbo” per dare voce e sostegno ai cittadini europei e britannici i cui diritti sono stati messi in discussione dalla Brexit. Nel 2017 e 2018 pubblica i libri In Limbo e In Limbo Too, due raccolte di testimonianze che raccontano il costo umano della Brexit. Il suo lavoro trova risalto nei media internazionali (Guardian, FT, Le Monde, Washington Post, BBC, RAI etc.), e viene presentato al Parlamento italiano ed europeo, al Senato francese, nelle università, a conferenze e nelle piazze. Nel 2018 è la madrina del concorso culturale del Comites What does Brexit mean to you? Elena coopera anche con progetti europei di ricerca. Cittadina europea e del mondo, Elena ora vuole difendere i diritti dei cittadini italiani anche nel Comites, presidio democratico della comunità.
Golam Maula Tipu. Nato a Noakhali (Bangladesh). Ha vissuto in Italia dal 1992 al 2010 e vive a Londra da 2010. Ha studiato Law & Business in Anglia Ruskin University (Second year). Lavora come “Community Interpreter” qualificato, self-employed. Tipu è un Consigliere uscente del Comites di Londra per la lista Moving Forward. Ha lavorato in Italia come Mediatore Interculturale e Rappresentante RSU di una azienda di 450 dipendenti. Appassionato di politica, si occupa di iniziative sociali e culturali. Gestisce una piattaforma digitale per informare la comunita British Italian Bangladeshi (BIB Society). Ha deciso di candidarsi per continuare il lavoro per tutta la comunita Italiana, non dimenticando le minoranze.
 
Dimitri Scarlato. Dimitri Scarlato, romano,  è un compositore e direttore d’orchestra attivo principalmente nel campo della musica contemporanea e del cinema. Dopo aver completato i suoi studi musicali al Conservatorio di Roma (ed essersi laureato in Filosofia all’Università La Sapienza di Roma),  nel 2004 si trasferisce a Londra per perfezionare i suoi studi. La sua musica è stata eseguita in varie sale da concerto e teatri in Europa, tra cui il Barbican Hall a Londra ed il Teatro la Fenice a Venezia. Ha lavorato per artisti come il premio Oscar Paolo Sorrentino, sir Michael Caine, la band the Queens of the Stone Age. Consigliere uscente della lista Moving Forward, Dimitri è molto attivo per la tutela dei cittadini europei tramite l’organizzazione the3million, per la quale è stato responsabile dei rapporti con la Commissione ed il Parlamento europei, ed il rappresentante agli incontri con l’Home Office sul Settled Status. In virtù della sua esperienza, Dimitri dal 2018 ha assistito oltre 2000 cittadini italianii ad ottenere il Settled Status, tramite lo sportello di assistenza  organizzato dall’INCA CGIL UK. Dimitri vive a Londra, ed oltre all’attività di libero professionista musicale, ricopre il ruolo di Area Leader per il Masters in Composition for Screen al Royal College of Music.
Anna Cambiaggi. Originaria di Genova, genoana, laureata in Biologia con Specializzazione in Immunologia ed Allergologia, ha fatto ricerca sul cancro in Italia, Francia e Regno Unito (dal 1999). Da quando ha avuto figli, si è occupata della famiglia e ha fatto volontariato in scuole inglesi occupandosi di raccolta fondi e di borse di studio. Dal 2018 co-fondatrice di Famiglie Unite in UK che si occupa di aiutare i coniugi di Italiani residenti in UK a richiedere cittadinanza italiana per matrimonio. Anna è iscritta al PD Londra ed è felice di aver accettato la candidatura di Moving Forward per le prossime elezioni al Comites.
Giovanni Baracetti. Originario di Udine, ha studiato Storia moderna e contemporanea a Trieste, dove ha partecipato all’Onda, e’ stato eletto al Senato Accademico, ed è stato presidente del Consiglio degli Studenti. Grazie ad un Erasmus alla University of Warwick (Coventry), una volta finita la laurea magistrale ha deciso di trasferirsi in Inghilterra, a Brighton, dove tutt’ora vive. Dopo un periodo all’American Express, adesso lavora per INTO University Partnerships, dove aiuta studenti internazionali ad iniziare i loro studi universitari nel Regno Unito e negli USA. A luglio ha completato una level 3 apprenticeship come team leader, e a settembre ha iniziato un master part time in Social Policy and Social Research alla UCL ed è entrato a far parte del Board of Governor di una scuola di Brighton. Con la sua esperienza a Coventry e Brighton, Giovanni vuole portare un punto di vista meno Londra-centrico all’attenzione dei Comites.
Germana Canzi. Dopo la Laurea in Science Politiche all’Università degli Studi di Milano (con 110/100 e lode grazie a una tesi di ricerca scritta dopo un periodo passato negli archivi della ex URSS), Germana giunge a Londra nel 1996 per un Master alla LSE. Dopo 5 anni nelle agenzie di stampa internazionali come giornalista economica, Germana ha cominciato a occuparsi di politica dei cambiamenti climatici. Avendo coperto ruoli di rilievo nelle campagne per il 2008 Climate Change Act e gli Accordi di Parigi del 2015, Germana è ora consulente per organizzazioni internazionali e think tanks. Germana ha portato sia la sua esperienza professionale che personale (come donna, madre e carer) nel gruppo di rappresentanza degli Europei nella Brexit – the3million – di cui è ora parte del consiglio di amministrazione, facendo pressione su Home Office e Commissione Europea per ridurre gli ostacoli al Settled Status per donne, anziani, disabili e i loro carers. Di recente, Germana ha coordinato contributi della società civile a un’udienza parlamentare sulla pandemia a Westminster. Germana vive a Haringey, Londra con suo marito e un figlio di 13 anni e una figlia di 10.
Guglielmo Carrozzo. Salentino d’origine, con forti legami familiari in Umbria, Guglielmo si laurea in Comunicazione Internazionale e poi in Comunicazione Sociale e Pubblicitaria. A Londra dal 2006, dove consegue un Master in Corporate Communications. Professionalmente, è specializzato in Marketing e PR e attualmente ricopre il ruolo di Head of Marketing presso un’azienda inglese. Sposato dal 2017 con Coumba, nel 2021 ha ottenuto la doppia cittadinanza. Appassionato di sport, musica e filosofia, Guglielmo è sempre stato attento alle dinamiche politiche e sociali e profondo sostenitore delle diversità e dell’integrazione. Da cittadino italiano all’estero, conosce bene le difficoltà, le sfide e le opportunità presenti in UK. Dopo il referendum su Brexit, si è avvicinato alla politica attiva con Volt per la tutela dei diritti dei cittadini Europei e poi con Siamo Europei ed Azione UK, con lo scopo di far sentire la voce degli Italiani all’Estero. Per questo motivo, ha deciso di mettersi a disposizione e candidarsi ai COMITES, con l’obiettivo di migliorare i servizi e la vita degli italiani in UK.
Barbara Gallino. Genovese di nascita, Barbara si laurea in Giurisprudenza con un punteggio di 110/110 con lode presso l’Università degli Studi di Genova. Nel 1999, si trasferisce a Londra dove in un primo tempo svolge attività di ufficio stampa e comunicazione dapprima per un marchio di moda di fama internazionale ed in seguito per una società londinese di pubbliche relazioni leader nei settori Fashion e Lifestyle, per poi dedicarsi al giornalismo. Iscritta all’albo dei Giornalisti Professionisti dal 2008, ha collaborato come corrispondente da Londra per testate italiane come l’Ansa, Milano Finanza, Esquire, L’Officiel e Vanity Fair Italia. Desiderosa di dare un contributo al proprio paese d’origine – cui è rimasta molto legata nonostante viva da 22 anni nel Regno Unito e abbia ormai acquisito anche la cittadinanza britannica – nel 2020 si avvicina alla politica attiva, iscrivendosi ad Azione e dal 2021 gestisce i canali Social di Azione UK. Sposata e madre di due figlie ormai adolescenti, ha deciso di candidarsi al Comites, per mettere la sua esperienza ultraventennale di cittadina italiana all’Estero al servizio della comunità italiana in UK.
Claudio Di Mauro. Nato a Bologna si trasferisce a Londra nel 2010. Lavora come Security Officer per la Grosvenor Estate a Eaton Square. Ha lavorato come Artigiano nel settore dell’abbigliamento per oltre 20 anni facendo parte del Comitato Provinciale della CNA. Arbitro Internazionale di Tennis ha partecipato alle ultime 10 edizioni del torneo di Wimbledon. Crede nell’importanza dei Comites come supporto ai nostri Connazionali nell’inserimento nel mondo del lavoro e all’adattamento in Inghilterra.
Monica Medda. Laureata in Scienze Politiche nel 2004. Ha scelto una carriera nell’ospitalità e nel retail business, settori in cui il suo dinamismo e la sua creatività riescono ad esprimersi al meglio. L’impegno politico e la volontà di approfondire taluni argomenti rimangono però sempre centrali e continuano ad occupare parte del suo tempo libero. Democrazia partecipativa, Costituzione, beni comuni sono tra i temi che più la appassionano. E’ infatti da sempre convinta della stretta relazione fra partecipazione alla vita civile e alla vita politica. Nei suoi 15 anni a Londra si è sempre sentita parte attiva della comunità italiana e sente ora un coinvolgimento ancora più forte in seguito all’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea.
Tony Fregoli. Cresciuto in provincia di Pordenone, si laurea in Architettura a Venezia. Durante gli anni universitari e’ impegnato politicamente ed e’ attento ai problemi dell’emergenza abitativa dell’isola e al suo impatto sugli strati sociali piu’ vulnerabili. Approda in UK nel 2013, per passione della lingua inglese e desiderio di cambiamento, e si inserisce nel settore no-profit prestando servizio per onlus internazionali e locali. Attualmente e’ manager in un’azienda che offre servizi e consulenze alle universita’. Si interessa ai problemi abitativi e di inserimento che affliggono italiani e stranieri a Londra, ed e’ convinto dell’importanza di una piu’ solida comunita’ nazionale in questo momento, che Moving Forward e Comites possono aiutare a rafforzare insieme all’operato del Consolato. Appassionato di cinema, ha inoltre a cuore la diffusione di quella brillante produzione cinematografica italiana che non ha valicato i confini nazionali. È di recente diventato cittadino britannico.
Adriano Mancinelli. Originario di Foligno, in Umbria, si trasferisce in Inghilterra nel 2012 per conseguire un Master al King’s College London. Da allora vive a  Londra e lavora nel settore non-profit e di impatto sociale. Dopo alcuni anni come fundraiser per organizzazioni non profit che lavorano nello sviluppo internazionale e peacebuilding, nel 2015 è tra i co-founder di una startup tecnologica ad impatto sociale, KindLink. È anche Chairman della KindLink Foundation, che fornisce una piattaforma di fundraising gratis a più di 2000 non profit nel Regno Unito. Dal 2019 lavora alla Thomson Reuters Foundation, dove gestisce TrustLaw, il più grande network di pro bono legale al mondo, in Europa, Medio Oriente e Nord Africa. Da vari anni contribuisce ai lavori del Manifesto di Londra, un’associazione politico-culturale progressista che dà voce alla comunità italiana nel Regno Unito.
Anita Porta. Classe 1993, originaria della Brianza. Si laurea in lingue e in scienze politiche, con un percorso universitario che la porta in Francia e in Russia. Nell’estate del 2019 si trasferisce a Londra, per lavorare come analista dei mercati energetici, prima in Standard and Poor’s e poi in ENI. Da sempre appassionata di politica, negli anni dell’università e attiva nel Partito Democratico di Monza. Dopo il trasferimento all’estero prosegue l’attività associazionistica, nel Comitato Ventotene, organizzazione di giovani europeisti, e in Agenda, associazione politico-culturale affiliata a Treccani. Nel Regno Unito svolge inoltre attività di volontariato, contribuendo alla campagna vaccinale tramite St John’s Ambulance. Avendo conosciuto principalmente la Londra della Brexit e della pandemia, e sensibile alle problematiche dei giovani expat, soprattutto per quanto riguarda l’isolamento sociale e il legame con la comunità.
Fiorentino Manocchio. Nato a Bedford il 06/03/1957 ed ivi residente. Trascorre l’infanzia in Italia a Busso in provincia di Campobasso dove consegue il diploma di Ragioneria.  Nel 1986 torna a vivere definitivamente a Bedford. Ha lavorato dal 1987  al 2011 al patronato INCA-CGIL di Londra, adesso fa il carer per le persone anziane. Da giovanissimo ha militato nel partito Comunista Italiano e ne ha seguito le diverse trasformazioni fino ad essere adesso il segretario del PD sezione Brick Workers circolo di Bedford. Milita anche nel partito Laburista inglese e da dieci anni è consigliere comunale di Kempston un comune di circa 35 mila abitanti vicino Bedford. Ha fatto sempre parte del Comites di Bedford sin dalla nascita dicembre 1996 ed è consigliere uscente del Comites di Londra.
Silvia Pieretti. Nata in Abruzzo e cresciuta tra Roma e la provincia di Pesaro-Urbino, dopo la laurea in Economia e Commercio a Bologna (Erasmus a Montpellier) ha proseguito il percorso lavorativo a Parigi e poi Londra, dove vive da vent’anni, occupandosi di finance nell’headquarter di una multinazionale farmaceutica. Attualmente è consulente aziendale in progetti di finance e digital transformation. Coniugata con un avvocato Inglese, si è sempre impegnata in attività di volontariato e politiche per facilitare gli scambi culturali tra Italiani e Britannici: è stata tra i fondatori dell’associazione Italian Nights e del circolo PD Londra nel 2007. Attualmente partecipa ad un programma di mentorship per orientare giovani Italiani nel mondo del lavoro ed è Tesoriera e Trustee della British-Italian Society, charity registrata in UK che promuove da 80 anni la storia e la cultura italiana, sostenendo iniziative umanitarie. Dal 2017 ha aggiunto alla cittadinanza italiana quella britannica e si candida mettendo a disposizione la sua esperienza e passione.
Alessandro Puce. Nato e cresciuto in provincia di Roma. Ha una formazione economica e ha studiato principalmente in Italia, con esperienze di studio in Belgio e in  Spagna dove nel 2015 ha conseguito un Master in Economia Pubblica. Dal 2016 vive a Londra dove si è occupato da prima di regolazione del settore energetico a negli ultimi 4 anni di regolazione finanziaria. Alessandro è membro del PD Londra dal 2017 e ne è attualmente responsabile del tesseramento. Ha iniziato la sua attività politica nella sezione del PD del suo paese nel 2011 e ha partecipato a varie iniziative pubbliche a tutela dell’ambiente e a sostegno dell’economia locale. Dal 2017 è parte di una compagnia di teatro amatoriale basata a sud di Londra che si prefigge l’obiettivo di supportare la comunità attraverso le arti visive e dello spettacolo. Dal 2021 è membro del comitato della suddetta compagnia.
Carmen Silvestri. Cresciuta in Toscana e specializzata in linguistica, ha insegnato italiano nei distretti consolari di Damasco, İstanbul e Rabat. Dal 2013 è residente a Londra dove ha fondato una scuola di italiano come lingua d’origine per sostenere i bambini nel loro sviluppo linguistico e identitario e per promuovere il multilinguismo tra le famiglie italiane nella capitale inglese. Nel 2020 ha ottenuto i finanziamenti dal Arts and Humanities Research Council (AHRC/CHASE) per un progetto di dottorato in linguistica applicata sull’italiano come lingua d’origine a Londra. E’ tra gli organizzatori delle attività delle 6000 Sardine UK.
Stefano Rosatelli. Nato a Roma, vive a Londra dal 1999 e si sente italo-british, lavora nel settore sicurezza e come free lance nello show business. Negli anni ha aiutato diverse charities da Emergency, Mama Biashara, Performing Productions, McMillans, Hurricane Heart ecc.! E’ stato attivista FGCI e poi delegato per Rifondazione e poi partito Comunista e ha partecipato alla delegazione di Liberi e Uguali UK. Ha accettato la candidatura offerta da ‘Moving Forward ‘ per rappresentare gli italiani in UK soprattutto dopo la brexit e la pandemia.
Gerardo Santaniello. Dal 1957 emigrato in Inghilterra. Proprietario di un ristorante Italiano a Bedford. Nonostante la Brexit ritiene questo paese uno dei migliori posti del mondo per vivere. Laureato nel 1973 in Economia e Matematica (Bsc Econ) ha svolto una lunga carriera da capo economista e ragioniere per il Bedfordshire County Council. Come Presidente della società “Voce Scolastica Italiana” ha cercato di far continuare le classe di lingue per i bambini Italiani nel Bedfordshire, per molti anni. Appassionato di Rugby, a cui ha giocato da giovane.
Giuseppe Varricchio. Nato a S.Angelo a Cupolo (Benevento). Diplomato in Ingegneria Meccanica, all’età di diciannove anni si e trasferito a Bedford. Da vent’anni lavora nel settore alimentare, proprietario di una salumeria in Bedford. Questo gli ha dato occasione di conoscere e ascoltare le tante problematiche che I suoi connazionali affrontano, specialmente da quando il vice consolato di Bedford ha chiuso per trasferirsi a Londra, creando problemi specialmente per la prima generazione di immigrati Italiani. Ha accettato la candidatura nella lista Moving Forward (Comites) nella speranza di aiutare a risolvere i problemi esistenti. Da due anni e tesoriere del PD sezione Bedford Brickwork.
Giulia Lanzafame. Nata a Parma il 6 Marzo 2000 dove ho vissuto fino alla mia maggiore età per poi trasferirmi in UK a Oxford, dove, dopo la maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Guglielmo Marconi di Parma, frequento il corso di Laurea in matematica e filosofia. Ho da sempre amato lavorare per la collettività ed il sociale, sono stata rappresentante d’istituto nel mio liceo in italia, che conta più di 2000 studenti e a Oxford sono la Presidente della Oxford University Italian society e sono diversity&inclusion, and maths&philosophy representative nel maths undergraduate representative committee, special diets rep nel mio college e milito infine nella squadra di pallavolo dell’università. Ho accettato la candidatura nella lista Moving Forward con la speranza di portare una ventata di aria fresca e giovane nel Comites.